Autodesk condivide la sua idea di sviluppo di prodotti su piattaforma e cloud durante l’evento Autodesk University 2022

Emily Suzuki Emily Suzuki Marzo 29, 2023

5 min read

This post is also available in: Français (Francese) Deutsch (Tedesco) English (Inglese)

Scopri Autodesk Platform Services e l’idea di Autodesk per lo sviluppo futuro di prodotti cloud, annunciata di recente in occasione dell’evento Autodesk University.

Di recente siamo stati tutti testimoni di un fenomeno senza precedenti. La percezione comune è che in due anni si siano verificati cambiamenti che ne avrebbero richiesti almeno dieci. Eppure il cambiamento è sempre stato una costante e la curiosità nei confronti del futuro della tecnologia è diffusa. È importante capire le dinamiche evolutive del proprio settore e in che modo attrezzarsi per acquisire la resilienza e la flessibilità necessarie per adattarsi ad un panorama sempre diverso. 

Rendere le aziende più resilienti è ormai indispensabile per affrontare criticità come carenza di manodopera o interruzioni della catena di approvvigionamento. Di fronte alle difficoltà che abbiamo dovuto affrontare negli ultimi anni, tutti abbiamo imparato lezioni preziose. 

In un mondo che muta costantemente, è importante essere disposti a cambiare il modo di lavorare. Dobbiamo riconoscere che probabilmente in futuro sarà necessario adottare metodologie diverse. È arrivato il momento di ipotizzare nuove modalità di lavoro per far crescere davvero la nostra attività. 

Trasformazione digitale

Probabilmente stai già adottando la trasformazione digitale e creando connessioni tra dati, processi e, soprattutto, persone. Le modalità di collaborazione sono cambiate in modo irreversibile. È giunto il momento di scegliere strumenti software al passo con i tempi. 

Oggi abbiamo la possibilità di scegliere tra molti fornitori e numerosi strumenti. Alcuni sono sistemi chiusi che non consentono di collegare i processi tra loro e costringono a creare workflow manuali e trovare un metodo efficace per scambiarsi file di grandi dimensioni, con il rischio di condividere con troppe persone i dati più preziosi, ovvero la proprietà intellettuale. Un’eccessiva condivisione non è consigliabile. 

I dati che vengono persi durante la conversione devono essere in qualche modo ricomposti, ripetutamente. E quando dati e processi non sono integrati, anche i team sono disconnessi. Le persone restano isolate, confinate nella fase del ciclo di vita del progetto di cui si occupano. E altrettanto accade ai contributi unici che sono in grado di offrire.

È dunque giunto il momento di cambiare prospettiva e sperimentare nuove modalità di lavoro. 

Presentazione di Autodesk Platform Services

L’anno scorso Autodesk ha iniziato a creare una piattaforma in grado di collegare processi e dati nel cloud. Di recente, in occasione dell’evento Autodesk University 2022, è stato annunciato che il progetto è andato avanti. 

Stiamo facendo grandi progressi nella creazione di tre cloud di settore

  1. Autodesk Fusion per la produzione 
  2. Autodesk Flow per contenuti multimediali e intrattenimento
  3. Autodesk Forma per architettura, ingegneria e costruzioni

Ciascun cloud consentirà di gestire risorse e workflow in modo più efficiente, per collegare le persone giuste ai dati giusti al momento giusto.  

Questi cloud di settore di Autodesk non rappresentano semplicemente miglioramenti incrementali del software che già possiedi. Contribuiscono a creare un modo di lavorare completamente nuovo. Consentono di collegare l’intero ciclo di vita dei progetti. Riuniscono le funzionalità dell’attuale gamma di prodotti Autodesk, che già conosci e apprezzi, in modi nuovi e potenti che trasformeranno il tuo modo di lavorare.

Autodesk Fusion

Per decenni le aziende manifatturiere hanno bloccato i propri processi, rendendo la produzione quanto più snella ed efficiente possibile. Ma con la pandemia, i team sono passati improvvisamente dalla co-localizzazione alla distribuzione sul territorio. Gli strumenti indipendenti per i reparti indipendenti si sono dimostrati inadatti a soddisfare le esigenze di tutti. 

Oggi la produzione richiede strumenti che siano fluidi, non rigidi. Strumenti che consentano ai team di collaborare con agilità con tutti i soggetti coinvolti. Questa è l’idea per il nostro cloud di produzione, Autodesk Fusion.

Se attualmente utilizzi Fusion 360, sai già quanto velocizza l’iterazione. Questo perché abbiamo lavorato tanto per unificare progettazione, simulazione, elettronica, CAM e ovviamente la gestione dei dati. Grazie all’unificazione dei dati di progetto nel cloud, Autodesk sta automatizzando molti processi per eliminare sia le procedure per tentativi sia le attività di routine. 

Presto sarà possibile creare progetti di parti e generare percorsi utensile automaticamente. Potrai generare automaticamente anche disegni e quote. Ma, grazie al cloud, Fusion andrà molto oltre.  

Collegare i piani superiori all’officina

Desideriamo che tutti i dati relativi allo sviluppo di un prodotto, ovvero il modo in cui viene progettato, il modo in cui funziona, il modo in cui viene realizzato, siano unificati e costituiscano un unico flusso in tutta l’organizzazione. Dai piani superiori all’officina

Le officine sono ambienti estremamente dinamici in cui i tempi di inattività sono costosi. Grazie all’integrazione di Prodsmart nel cloud di Fusion, oltre ai processi di produzione, stiamo digitalizzando anche la pianificazione, l’acquisto e la gestione dell’inventario. Inoltre, a breve Fusion sarà disponibile sui dispositivi mobili che il personale dell’officina utilizza. 

Creare strumenti fluidi per ogni fase di un progetto è un processo che richiede tempo, ma stiamo facendo enormi progressi a monte, ovvero nel set condiviso di servizi e API che renderanno accessibili, estendibili e aperti tutti e tre i cloud di settore.

Standard aperti per un futuro flessibile

Nel tempo, Autodesk svilupperà un numero sempre maggiore di funzionalità nei servizi, che ti permetteranno di estendere e collegare i nostri prodotti, semplificare i workflow e integrare gli altri strumenti che usi.

Inoltre, puoi già sfruttare le applicazioni e le estensioni create da terze parti per eliminare divergenze e aggiungere valore alla tua attività. Ad esempio, un plug-in Fusion per un feedback immediato sui costi e la fattibilità delle parti. Hai a disposizione molte opzioni davvero utili. 

Servizi e API di piattaforma sono il fulcro dei nostri ambienti cloud. E lo è anche un modello centrale di informazioni nel cloud, ovvero un’unica posizione centrale dove si riuniscono le diverse rappresentazioni di un prodotto. 

Ogni collaboratore può accedere solo ai dati necessari quando ne ha bisogno, condividerli con le parti interessate appropriate e spostarli tra le soluzioni cruciali per le operazioni. Che si tratti di strumenti Autodesk o di altri prodotti.

Gli standard aperti rendono possibile tutto questo. Si tratta di un’area di investimento fondamentale per Autodesk, perché il nostro obiettivo è permettere ai team di restare connessi per tutto il ciclo di vita del progetto e oltre, indipendentemente dal software utilizzato. Grazie agli standard aperti, la nostra piattaforma è un ecosistema a cui possono collegarsi liberamente i nostri strumenti e quelli di terze parti.  

È qualcosa di più dell’adozione di strumenti digitali. Si tratta di trasformare il modo in cui si lavora con workflow più fluidi, connessi e informati. 

Scarica subito Fusion 360 per iniziare.

Tags and Categories

News

Get Fusion updates in your inbox

By clicking subscribe, I agree to receive the Fusion newsletter and acknowledge the Autodesk Privacy Statement.