Partial Hand Solutions stampa in 3D dita e protesi della mano con Fusion 360

Heather Miller Heather Miller Febbraio 27, 2023

3 min read

This post is also available in: Deutsch (Tedesco) 日本語 (Giapponese) English (Inglese)

Scopri come Partial Hand Solutions progetta e stampa in 3D le protesi delle dita e della mano usando Autodesk Fusion 360 e la stampante 3D Formlabs Fuse 1.

partial-hand-solutions-finger-prosthetic

Negli ultimi 20 anni, Matthew Mikosz ha lavorato nell’industria delle protesi. All’inizio, ha notato una grande quantità di investimenti e importanti progressi per protesi di  braccia, gambe, gomiti e altro.

Ma ha anche notato che coloro che avevano dita parzialmente o completamente amputate non avevano molte opzioni. Il problema andava dai soldati che tornavano in Afghanistan a chiunque avesse subito incidenti diversi.

È stato allora che ha preso il problema nelle sue mani (letteralmente) e ha fondato Partial Hand Solutions per progettare una nuova soluzione per le dita e le mani. Ha iniziato a fare degli schizzi e ha assunto un ingegnere per realizzre i primi modelli 3D. Quando un altro software è diventato troppo costoso, si è rivolto a Fusion 360.

“È stato fantastico trovare una soluzione alternativa, ed è così facile da usare”, dice Mikosz. “Non sono un ingegnere e ho imparato da solo con vari tutorial online. Sto imparando costantemente

“Posso sedermi al mio computer per diverse ore al giorno e progettare, e apprezzo come si combina con la mia stampante 3D, specialmente con la nuova Fuse 1”, continua.

partial-hand-solutions-finger-prosthetic-model

Stampa 3D con Fusion 360 e Fuse 1

La recente integrazione tra Fusion 360 e l’economica stampante SLS Fuse 1 di Formlabs ha creato ancora più opportunità per Partial Hand Solutions. La Fuse 1 è un passo da gigante per la produzione additiva, con il suo basso prezzo, una qualità di stampa competitiva, un ingombro ridotto e un flusso di lavoro semplice.

Per il suo flusso di lavoro, Mikosz progetta in Fusion 360, prepara il file da stampare con il software PreForm di Formlabs e poi stampa con la Fuse 1. Alla fine del processo di stampa, la stazione di recupero della polvere Fuse Sift viene utilizzata per rimuovere la stampa dalla camera di costruzione, pulire le parti, setacciare la polvere e riciclarla.

3d-printed-finger-prosthetics

Invece di fare affidamento su costose stampe a iniezione, Mikosz può ora produrre progetti protesici e parti durevoli su richiesta con una stampante SLS proprio nel suo ufficio e per un costo molto inferiore.

“Fusion 360 come piattaforma di sviluppo e Fuse 1 per la produzione rappresentano una soluzione affidabile e un’ottima combinazione tra hardware e software”, afferma.

“Posso prototipare ogni giorno, se voglio, e non mi costa davvero nulla. È fantastico per me e per la mia piccola impresa. Posso continuare a far evolvere i miei progetti e perfezionarli”.

Matthew Mikosz, Fondatore di Partial Hand Solutions

Scalabilità con Fusion 360

Le protesi parziali per le mani di Partial Hands Solutions sono disponibili in cinque misure diverse, incluso il fiore all’occhiello “M-Finger”. Ma se è necessaria una misura personalizzata, Mikosz può facilmente realizzarla più piccola o più grande a seconda del cliente.

“La cosa grandiosa di Fusion 360 è che permette di scalare e creare una misura personalizzata per chiunque”, sostiene.

E Mikosz non si limita ai suoi progetti attuali. È in costante innovazione e ha persino progettato un gomito. Recentemente, una madre in Alabama ha richiesto una protesi di mano di dimensioni pediatriche per sua figlia. Lui ha promesso di provare a realizzarla.

“Ho iniziato ad idearla io stesso e a riprogettare un dito e un sistema completamente nuovi per questo particolare paziente”, dice. “Poi ho pensato, cosa sto facendo? Perché non ridimensionare la versione per adulti? Ho riprogettato alcuni dei rivetti, delle viti e delle molle. Ho anche ridisegnato i fori per adattarli alle dimensioni più piccole”.

partial-hand-solutions-hand-prosthetic-model

“Con Fusion 360, ho potuto facilmente ottenere la nuova versione pediatrica delle dita semplicemente ridimensionando una versione per adulti”, continua. “Sono stato facilmente in grado di fornire a questa ragazzina una nuova mano”.

Attualmente, Mikosz sta lavorando al suo progetto più ambizioso: una mano meccanica. Con Fusion 360 e la stampante Fuse 1, è fiducioso che questa nuova idea diventerà realtà per trasformare ancora più vite.

Scoprite di più sulla partnership tra Fusion 360 e Formlabs.

Tags and Categories

Non categorizzato

Get Fusion updates in your inbox

By clicking subscribe, I agree to receive the Fusion newsletter and acknowledge the Autodesk Privacy Statement.