Digitalizzazione dell’officina con Autodesk Fusion 360

Shannon McGarry Shannon McGarry Novembre 8, 2022

5 min read

This post is also available in: Deutsch (Tedesco) English (Inglese)

Le soluzioni cloud integrate CAD, CAM, CAE, PCB, PDM e PLM come Fusion 360 sono all’avanguardia nel rendere possibile la digitalizzazione dell’officina. Scopri i vantaggi dello sviluppo digitale dei prodotti e come può migliorare il processo produttivo della tua azienda.

shop-floor-digitation-autodesk-fusion-360

I vantaggi della digitalizzazione dell’officina

Negli ultimi anni si è parlato molto di “digitalizzazione dell’officina”. La maggior parte delle volte ci fa grattare la testa e ci chiediamo cosa significhi davvero. Insomma, le nostre macchine operano con processi digitali… giusto? Sì, ma in realtà si tratta di molto di più. 

La “digitalizzazione dell’officina” indica la raccolta di dati in officina. Che si tratti di hardware collegato alle macchine e di un flusso di dati attraverso una rete, oppure, al giorno d’oggi, di applicazioni no-code in grado di connettersi da remoto per il monitoraggio in tempo reale. Indipendentemente dalla modalità di implementazione, l’impatto è decisamente notevole. Porta a una maggiore efficienza operativa e fornisce un feedback in tempo reale che guida il processo decisionale. Ma soprattutto, fornisce uno sguardo realistico sullo stato di salute del processo. 

Implementando la raccolta dei dati in officina tramite un sistema basato su cloud, i dipendenti possono concentrarsi sul proprio lavoro. Inoltre, la direzione può ottenere un quadro dello stato dei processi produttivi. In definitiva, il committente può contare su stime più accurate per una produzione più efficiente. Il cloud è centralizzato ovunque, il che significa che i tuoi dati, che si tratti di codici G, programmi di produzione, Kanban o scorte di materiali, saranno ovunque tu ne abbia bisogno ed esattamente al momento giusto. 

Le tecnologie basate sul cloud come Autodesk Fusion 360 che combinano CAD, CAM, progettazione di PCB, CAE, PDM e PLM sono esempi eccellenti di questo tipo di digitalizzazione dell’officina.

Collaborazione

La collaborazione è un punto di partenza ovvio quando si parla di digitalizzazione dell’officina. Al livello più elementare, la collaborazione tra l’intero team di sviluppo del prodotto migliora quando tutti utilizzano gli stessi strumenti e i dati si trovano in una posizione centrale. Più progettisti, macchinisti o persino produttori o consulenti a contratto possono collaborare su qualsiasi aspetto del ciclo di sviluppo o produzione del prodotto, indipendentemente da dove si trovino nel mondo. Queste funzioni sono di serie, già disponibili in software come Fusion 360, e consentono agli utenti di sperimentarne immediatamente i vantaggi.

Gli strumenti di collaborazione di Fusion 360 non si limitano alle nozioni di base per lavorare su un progetto insieme a chi ha un ruolo simile al proprio. Essi comprendono la complessità del processo di fabbricazione di un prodotto. Inoltre, mettono tutti d’accordo per far sì che, al momento della spedizione, il prodotto sia conforme alle aspettative. Dalla simulazione della saldatura strutturale a cui stai lavorando, alla progettazione simultanea della stessa parte in modi diversi, la collaborazione non consiste solo nell’avere accesso comune. Consiste nel lavorare, apportare modifiche e non causare impatti negativi nel ciclo di sviluppo del prodotto. La collaborazione con Fusion 360 si estende anche ai dati attraverso Prodsmart e all’ottimizzazione dell’officina tramite i magazzini dei materiali, i cicli di produzione e i diversi BOM. 

Integrità dei dati

I problemi di tracciabilità, manutenzione e ottimizzazione sono presenti ovunque nelle introduzioni di nuovi prodotti. Se a ciò si aggiungono gli standard ISO o le normative che il prodotto deve rispettare, come l’UL, il rischio si fa subito concreto. Fusion 360 è il primo strumento per la meccanica, l’elettricità, la simulazione, la lavorazione, la fabbricazione e i dati capace di visualizzare e archiviare automaticamente i dati storici associati a qualsiasi prodotto. Poniamo il caso che tu debba spedire una REV4  ti accorgi di non aver compensato qualcosa. Oppure, che ci sia un’interferenza in una connessione meccanica. Qualunque sia il problema, avere i dati storici tornati alla REV 3 è una utile. Tuttavia, avere tutto collegato con l’archiviazione dei dati nel cloud e confinato parametricamente ti permette di passare alla REV5 senza dover riprogettare tutto. 

Assicurando che i progetti siano costantemente conservati in remoto e fornendo una transizione senza soluzione di continuità tra le discipline, questi strumenti permettono al progettista di concentrarsi sulla risoluzione dei problemi piuttosto che sulla gestione dei file di dati. Tutto ciò, a sua volta, migliora ulteriormente la capacità di collaborazione di più membri del team. Inoltre, consente una maggiore visibilità dello stato generale di salute di un progetto. Inoltre, puoi estendere la tua capacità operativa per adattarla ai fusi orari. In pratica, puoi far funzionare il tuo processo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni l’anno. 

Efficienza nello sviluppo

La collaborazione e l’integrità dei dati si uniscono per migliorare l’efficienza dello sviluppo. Strumenti come Fusion 360 eliminano molti dei problemi e delle insidie che caratterizzavano le officine di produzione del passato. L’invio di file via email da condividere con i colleghi, il packaging dei progetti, il monitoraggio manuale dei nomi delle versioni per gli appaltatori e il backup manuale di dati preziosi su dischi rigidi locali sono ormai procedure superate. Coi nuovi metodi moderni si commettono meno errori, la collaborazione avviene in tempo reale e i progressi possono essere quantificati con precisione. Di conseguenza, i prodotti fisici vengono sviluppati più velocemente che mai, con una qualità complessiva superiore e costi di progettazione inferiori. 

Autodesk Fusion 360 consente la digitalizzazione dell’officina

L’aggiornamento digitale dell’officina di produzione può sembrare poco importante, ma non è così. Si tratta di una relazione simbiotica che l’intero settore sta portando avanti a velocità sostenuta. 

La connessione tra le persone, le macchine e il processo avviene solo grazie ai dati e alle piattaforme in grado di gestire ogni aspetto del processo di produzione o di progettazione del prodotto. Questo include strumenti come stampanti 3D, macchine CNC, tagliatrici laser e software che vanno oltre il CAD, come PDM e PLM. Una volta che i dati sull’officina, sul suo stato attuale e sul suo carico di lavoro possono essere compresi e visualizzati, i vantaggi per le attività sono numerosi. Il risultato è una migliore collaborazione, una maggiore integrità e manutenibilità dei dati e un aumento generale dell’efficienza e della produttività. Gli strumenti CAD in cloud all’avanguardia come Fusion 360 permettono di raggiungere l’innovazione con la digitalizzazione dell’officina.

Inizia subito con una prova gratuita di 30 giorni.

Get Fusion updates in your inbox

By clicking subscribe, I agree to receive the Fusion newsletter and acknowledge the Autodesk Privacy Statement.