Skip to main content
Thumbnail image of Amy Marks, Autodesk VP - IT

Amy Marks, Autodesk VP - IT

Leader, innovatrice e creatrice di cambiamenti In qualità di vicepresidente dell'Enterprise Transformation Practice di Autodesk, Amy si occupa della strategia relativa ai risultati di business, delle soluzioni di piattaforma e della consulenza per i clienti che incorporano metodologie di trasformazione, tra cui l'edilizia industrializzata, la sostenibilità e i nuovi modi di lavorare. Prima di entrare in Autodesk, ha definito il linguaggio, il processo e i quadri di riferimento adottati da aziende, università e paesi in tutto il mondo che riflettono la convergenza dei modelli Design-Make-Operate. Prima di entrare in Autodesk, Amy è stata CEO di XSite Modular e, da vera pioniera, è diventata un’autorevole consulente della prefabbricazione di fama mondiale, meritandosi l’appellativo di “Regina del Prefabbricato”. Amy sostiene l'integrazione di metodi di lavoro innovativi e trasformativi in molti tipi di edifici, tra cui quelli ad alta tecnologia, per la sanità, l'ospitalità e i centri dati, oltre a quelli residenziali e commerciali. Intrattiene solide relazioni in tutto il mondo con diversi proprietari, architetti, ingegneri e partner della catena di fornitura. È una creatrice di cambiamenti, unica e schietta, molto apprezzata in diversi settori, anche in qualità di relatrice e moderatrice molto richiesta di conferenze sulla trasformazione aziendale, la prefabbricazione e la sostenibilità. Ricopre la carica di presidente e ambasciatore della fiera Advancing Prefabrication, una delle più grandi e innovative del suo genere. Amy è impegnata a utilizzare la sua vasta esperienza, la sua leadership di pensiero e il suo alto profilo all'interno del settore delle costruzioni per promuovere la partecipazione, l'innovazione e l'avanzamento in tutti i segmenti del settore. Presta un’attenzione critica all’attrazione di talenti eterogenei, impegnandosi instancabilmente a educare sui temi dell'inclusione come mezzo per portare nuovi punti di vista e competenze nel settore. È un'oratrice appassionata del miglioramento dei risultati aziendali attraverso una maggiore diversità di pensiero ed è spesso citata per una sua affermazione: ""Non sono una femminista, sono una capitalista"". Si è laureata all'Università della Florida e ha frequentato la Harvard Business School. Ha una figlia di nome Mackenzie ed è un'accanita appassionata di sport, avendo giocato a rugby a livello agonistico per quasi 15 anni.